Marmellata Di Giuggiole

Marmellta di Giuggiole
    Giuggiolo
    Ditte giovani ma di tutto rispetto.
    Dietro al capofila fa capolino il fratello minore, piccolo ancora, ma ha fatto la sua parte….
    Il raccolto.
    Lavo le giuggiole molto bene, le snocciolo UNA PER UNA
    … con una pazienza certosina degna di miglior causa….
    Le metto in pentola, eccole qua…
    Accendo il fuoco, e vai vai vai….
    Dopo un’ora e mezza sono così.
    Più vispe che mai. Insisto e persisto, e alle 22 (3 ore e mezza di cottura!!)
    sono così.
    Il giorno dopo ho ripreso la preparazione del “brodo” di giuggiole e ce l’ho fatta!….
    Mi sono dunque armata di pazienza supplementare e di passaverdure elettrico,
    ho rimesso le giuggiole sul fuoco e ho aggiunto le mele
    (renette, non cotogne, non le ho trovate purtroppo)
    e poi il vino rosso…
    Quando i piccoli pezzettini di mela si sono ammorbiditi ho passato tutto al passaverdure elettrico, formidabile apparecchietto! Non oso pensare se avessi dovuto fare questa operazione a mano!….
     Ecco il risultato!!! Spero che l’aspetto sia quello giusto, per me questo lavoro con le giuggiole è un esordio assoluto…
    Ho aggiunto la buccia di limone grattugiata e ho invasato la marmellata ancora bollente in vasetti altrettanto bollenti, lasciandoli una notte intera a testa in giù. Eccone una parte pronta, il mattino dopo.

    DA QUESTA DELIZIA CHE  NEL SUO NOME  MI SOMIGLIA UN PO’ 
    HO PRESO IL NOME  E OR VE LA PRESENTO BRODO DI GIUGGIOLE
    ECCOLO QUA’

Giulia A.Sanseverino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...