La Mia Pastiera Napoletana


La Pastiera Napoletana

La Pastiera, nasce da una leggenda che racconta “… di un rito pagano in onore della sirena Partenope, che si dice fosse innamorata di Ulisse ma lui la rifiutò ed ella per il dolore si uccise e dove ella morì sorge Castel dell’Ovo. Infatti, Partenope aveva stabilito la sua dimora nel golfo di Napoli, e ad ogni primavera risorgeva dalle acque ed allietava le popolazioni del luogo col suo canto. Gli abitanti, per ringraziarla, decisero di farle dono delle cose più preziose che avessero. Incaricarono sette fanciulle di consegnare i doni, tutti simbolicamente rappresentativi: la farina (forza e ricchezza), ricotta (lavoro e frutto), uova (rinnovamento della vita), grano tenero bollito nel latte (a simbolo dei due regni), l’acqua di fiori d’arancio (simboleggiante il ringraziamento della natura), le spezie (rappresentanti i popoli lontani) e lo zucchero (simbolo della dolcezza del canto di partenope). La leggenda si conclude con Partenope che pone i doni ricevuti ai piedi degli dei, i quali apprezzando, le restituiscono il dolce. A quel punto la sirena, contenta dell’apprezzamento anziché mangiarlo, lo dona agli abitanti che avevano mostrato tanta generosità”. 

Ingredienti
(Per 8 persone)
Per la pasta frolla
  • 350 gr. Farina
  • un pizzico di sale
  • 180gr. Burro
  • 150 gr. Zucchero a Velo
  • 3 Uova intere
  • 1 bustina di Vanillina
  • 1 Limone e arancia non trattati (scorza)
  • Vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci

 Per il ripieno
  • 500 gr. Grano 
  • 200 ml. Latte
  • 50 gr. Burro
  • 1 arancia non trattata (scorza)
  • 500 gr. Ricotta Romana di vaccino
  • 200 gr. Zucchero
  • 4 Uova (2 intere + 2 tuorli)
  • 1 bustina di Vanillina
  • 1 cucchiaio di cannella macinata
  • ½ bottiglietta Acqua di Fiori d’Arancio
  • 50 gr. Cedro Candito
  • 50 gr. Arancia Candita

Procedimento :

  1. Prepara la pasta frolla versando la farina precedentemente setacciata nel mixer, aggiungi un pizzico di sale, il burro e aziona il mixer finchè il composto non sarà amalgamato e avrà assunto una consistenza sabbiosa.
  2. Aggiungi al composto lo zucchero a velo, le uova, la vanillina, la scorza grattugiata del limone e impasta per bene per fare amalgamare gli ingredienti.
  3. Lavora il composto a mano su una spianatoia sporcata di farina, fino ad ottenere un panetto compatto, liscio ed omogeneo.
  4. Avvolgi il panetto nella pellicola e mettilo in frigorifero.

Se volete prepararla a mano  disponete la farina  con il sale a fontana,nel mezzo mettete uova burro a pezzetti zucchero ed il resto , impastate con le dita  gli ingredienti al centro e poi incorporate la farina intorno … lavorate velocemente. Avvolgi il panetto nella pellicola e mettilo in frigorifero.


Prepariamo il grano
  1. Fai scaldare in una pentola il grano, il latte, il burro e la scorza grattugiata del limone per 10 minuti a fuoco lento, fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati.
  2. Versa la ricotta, lo zucchero, le uova, la vanillina, la cannella e l’aroma di fiori d’arancio nel mixer e frulla il tutto fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati.
  3. Mescola i due composti nel mixer, in modo che il composto il grano possa raffreddarsi, ed aggiungi il cedro e l’arancia candita.

PREPARIAMO LA PASTIERA

  1. Stendi la pasta frolla utilizzando una parte della pasta per realizzare delle strisce con l’aiuto di una rotella liscia o dentellata.
  2. Metti il resto della pasta frolla in una tortiera imburrata e infarinata, usando preferibilmente il tipo a cerchio apribile, e crea un fondo fine e compatto, con un bordo laterale piuttosto alto, in modo tale che sia alla stessa altezza del composto.
  3. Versa il composto nella tortiera facendo attenzione che il bordo laterale della pasta frolla sia alla stessa altezza del composto, e decora la pastiera con le strisce di pasta frolla, formando il tipico disegno a rombi.
  4. Metti la pastiera in forno preriscaldato per circa un’ora a 180°.
  5. A cottura ultimata, lascia raffreddare la pastiera nella tortiera a temperatura ambiente e in un luogo fresco, consumandola preferibilmente il giorno dopo.



Questa è la mia Pastiera ,semplice e senza crema pasticciera, quindi più leggera
 Provatela e mi direte  by Giuggiola




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...