Babà Napoletano

Il  Babà pur essendo di  origine polacca,  è entrato  a pieno titolo nella tradizione della Pasticceria Napoletana, sia sotto forma di un grosso ciambellone servito con panna montata, sia più piccolo oppure oblungo a forma di fungo, di varie misure … con crema pasticcera e amarene , ripieno con del cioccolato e panna, con crema chantilly, fragole oppure al limoncello.
E’ per tradizione il dolce Napoletano della Domenica da gustare con un bicchiere di  Sidro del Sannio, di Lambiccato oppure un Moscato di Saracena o di Trani.
E’ anche considerato il dolce da passeggio, da gustare in tre golosi morsi per le strade del centro città.
Questo dolce è talmente radicato nella cultura gastronomica locale che l’espressione Napoletana“si’ nu babà” viene usata per indicare una persona dolce, affettuosa e adorabile.

“Mamma”  è ‘a primma parulella
ca riuscimmo a pronunzià.
Ma ‘a siconna è assai chiù bella;
Papà, babbo? No: babà.
 ‘O babà nasce polacco,
nuje l’avimme migliorate.
Sì, ce piaceno ‘nu sacco
chisti dolce lievitate
 inzuppate dint’o rrumme,
fatte a form’e fungetiello.
I che gusto, e che prufumme!
Né babà, quanto si’ bello!

************

Ingredienti per 8-10 persone

Per l’mpasto:

  • latte:  10 cl >100ml
  • lievito di birra:  1 cubetto 
  • zucchero:  70 gr.
  • sale:  un pizzico
  • uova:  6
  • farina per dolci:  450 gr.
  • burro:  150 gr.

Lievitino:

  • 50 ml di latte
  • 50 gr di farina (5 cucchiai colmi)
  • un cucchiaino da te di zucchero

per lo sciroppo analcolico:

  • acqua:  1 litro > 
  • zucchero:  500 gr.
  • semini di mezza stecca di vaniglia
  • succo di pesche sciroppate 
  • una buccia d’arancia

Decorazione:

  • Panna da Montare  500gr
  • Amarene
  • pesche sciroppate

Occorre uno stampo di 26 cm alto 15 cm.

Prepariamo prima il lievitino

il lievitino o biga o poolish non sono altro che impasti fatti con acqua o latte, farina , una dose di lievito e di zucchero e può essere più o meno compatto per il Babà  sarà molle.
In un piccolo recipiente versare il lievito e scioglierlo con il latte tiepido e un cucchiaino da te di zucchero e impastarlo con 50gr di farina. Tenere questo recipiente coperto in un ambiente riscaldato(per velocizzare la crescita ponete la ciotola su un contenitore colmo di acqua calda). Nel frattempo che cresca cominciamo la preparazione dell’impasto

Dopo 15 minuti avrà raddoppiato il suo volume e si presenterà così come in foto, con tante bollicine. ( questo metodo non solo darà più volume e leggerezza all’impasto , ma è anche un modo per controllare se il lievito è attivo ). 

Preparariamo  l’impasto.



In una grossa ciotola mettete il sale, le uova, e metà della farina. Sbattere energicamente o con l’impastatore o con la planetaria a velocità media per circa 4 minuti, fino a quando il composto assumerà l’aspetto vellutato. Introducete il lievitino lievitato e sbattete ancora velocità media per 2 minuti.

Aggiungere il burro ammorbidito e tagliato a pezzetti, sbattendo per altri 3 minuti, fino a quando si sarà ben amalgamato.

Aggiungere la farina rimasta continuando a mescolare il composto non troppo energicamente, o con l’impastatrice a velocità minima, quindi mescolare ancora per 2 minuti fino a quando il composto si rassoderà.

Versare l’impasto in uno stampo imburrato, pareggiandolo bene. Coprire con un telo pulito e lasciar lievitare in un luogo tiepido caldo fino a quando il composto arriverà a circa 1/2 cm. dal bordo dello stampo. 

Riscaldare il forno a una temperatura di circa 170-180°c.

Con molta attenzione porre lo stampo sulla griglia del forno, senza farlo strisciare sulla griglia stessa, in quanto il composto potrebbe afflosciarsi. Cuocere per 25-30 minuti, fino a quando sarà diventato di un bel colore bruno dorato. 
Uno spiedino inserito nel centro del babà dovrà venire fuori asciutto.

Togliere il dolce dal forno e sformarlo dopo 2 minuti. Lasciar raffreddare per circa 15 minuti.

Nel frattempo preparare lo sciroppo analcolico

Far bollire l’acqua,  lo zucchero e i semini di mezza  stecca di vaniglia, una buccia d’arancia fino a quando quest’ultimo si sarà sciolto, togliete dal fuoco e mettete le pesche tagliate a fettine o a quarti e lasciar raffreddare il tutto. Quando sarà tiepido filtrate con un telo , lasciate nel telo anche le pesche a sgocciolare decoreremo la torta.

Trascorsi 15 minuti, mettete delicatamente il babà nello stampo e con un cucchiaio versarvi sopra poco alla volta lo sciroppo caldo. Continuare fino a quando premendo con un dito sulla superficie del babà fuoriuscirà dello sciroppo.

Lasciar riposare il babà 2 ore in frigo, guarnite poi prima con della panna montata e poi pesche e amarene . 


Questa è la mia ricetta , ma la prima volta che l’ho fatto ho utilizzato la ricetta del sito il Babà . it. Col tempo l’ho migliorata e il risultato è quello che vedete,preparatela e poi mi direte ……  Né babà, quanto si’ bello!





( foto della preparazione e storia provengono da http://www.baba.it/)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...